Pubblicità - Advertisement
Il sito ufficiale di Ferdinando Camon

Ferdinando Camon


Conversazione con Primo Levi

Conversazione con Primo Levi

Conversazione con Primo Levi

Edizione Nord-Est (esaurito)

Edizione Garzanti (esaurito)

Edizione Guanda

Questa è una conversazione critica con Primo Levi, realizzata in più incontri, e conclusa pochi mesi prima della sua morte.

Lo scopo era quello di portare Levi a costruire un autoritratto, piano e accessibile a tutti, che tuttavia non evitasse di scavare alla radice dei grandi problemi che hanno segnato la sua vita e la sua epoca.

A interrogare Levi è Ferdinando Camon, scrittore di matrice cattolica: per il quale gli incontri con il grande scrittore ebreo sono anche una rivisitazione delle "colpe" della storia cristiana. E sul concetto di colpa - la «colpa» della Germania, la «colpa» di essere nato, la «colpa» di essere ebreo, le «colpe» di Israele - la conversazione ritorna, inevitabilmente, a più riprese.

Levi spiega la «follia della Germania» come la proiezione sulla massa della volontà del capo, e parla di un frequente ritorno del «demoniaco» nella storia tedesca. Camon sente questa esposizione come una interpretazione in chiave «eroica», e non è d'accordo. Ma questo e gli altri disaccordi (la responsabilità collettiva del popolo tedesco, lager nazista e lager comunista, il ruolo di Solgenitsin, gli ebrei prima e dopo Israele...) agiscono come dei rilanci del dialogo: occasioni per un confronto più ravvicinato.

Contattare il webmaster | design © 2005 A R T I F E X
© 2001-2011 Ferdinando Camon.
Ai sensi della legge 62/2001, si precisa che il presente sito non è soggetto all'obbligo dell'iscrizione nel registro della stampa, poiché è aggiornato a intervalli non regolari. Il sito è ospitato da Register